Lo spariglio

“A. Ti posso fare una domanda?”

“Spara!”

“Ma tu perché credi che invecchierai da sola?”

Un nanosecondo e le lacrime cominciano a scendere. Senza volere, inarrestabili.

Rispondo col cuore, rispondo di sì al mio interlocutore attonito, che non crede di aver chiesto chissà che cosa.

E invece… domanda sbagliata che tira fuori  la paura. Una delle tante e cioè quella di invecchiare e non avere nessuno con cui condividere i miei malanni e i miei acciacchi. Quella che ti fa pensare a una quotidianità persa che, seppur noiosa, ti dava certezza. Quella che ti fa tornare a casa dal tuo compagno che ti ascolta mentre racconti la tua incazzatura lavorativa quotidiana. Quella che ti stressa perché bisogna fare il piano ferie o perché c’è da stirare le camicie col caldo.

Ma anche quella che ti fa programmare le cose con entusiasmo, che ti rende facile uscire perché sai con chi vuoi stare, che ti dá stabilità e che ti “sembra” più leggera. Quella che hai già scelto e quindi non c’è da uscire dal seminato; non c’è molto da pensare, c’è solo da viverla. 

E invece, allo spariglio delle carte, si ricomincia…

Dopo il primo periodo adesso posso dire che il cambiamento e le novità che mi sono capitate, sono state una vera manna dal cielo; il risveglio da un sonno profondo e probabilmente da una vita destinata ad una infelicitá latente… 

… ma il tempo passa e quotidianamente, si vive la contraddizione tra il tic-tac dell’orologio biologico e la nuova vita tutta da costruire, per ora, da sola. E a me,nonostante tutto e tutti, fa paura cazzo!

A.

Annunci

3 thoughts on “Lo spariglio

  1. Io anche penso che invecchierò da solo…. sono brutto e grasso…. e malato. Un partito che non fa gola a nessuna, ma ti posso dire che ho anche io qualcosa da offrire e quello mi consola perché sono già stato una volta in grado di amare, ne sono uscito male, è vero, ma sempre ho avuto la mia prima esperienza (seppure non completa). Il mio segreto è non perdere mai la speranza, di continuare a coltivare la possibilità che un giorno, una persona speciale colmi il vuoto dentro di noi stessi e ci ami così come noi l’amiamo. E credimi, quella persona esiste per ognuno di noi. Un abbraccio fortissimo.

    Mi piace

  2. Ci sono passata , percio’ ne parlo.
    Dici che hai superato un periodo che ti ha fatto vivere male …e allora questa è’ una vincita da lotteria di Capodanno. Congratulatici(!) da sola!
    La vecchiaia è ancora lontana e ogni domani è’ un altro giorno ….(Scarlet O’Hara, ricordi?)
    Per esperienza personale , quando saprai che riesci benissimo a stare in piedi da sola… ,allora sarà il momento di una nuova scelta da parte tua.
    Sapendo per certo che questo accadrà , rilassati , godi la temporanea solitudine come un regalo , sperimenta , improvvisa , lanciati……
    Qualche lacrima non fa male , ma ti auguro tanti sorrisi,
    A.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...